Isola grande

Isola Grande, Porto Cesareo – foto di Giorgio Minguzzi by CC BY SA 2.0

A poche centinaia di metri dalla costa di Porto Cesareo troviamo diversi isolotti, di piccola o media dimensione, che caratterizzano non poco questa zona balneare. Fra le isole la più famosa è certamente l’Isola dei Conigli.

Il nome, del tutto originale, è una conseguenza di un’usanza ormai svanita: sull’area in epoche passate veniva eseguito l’allevamento di diverse tipologie di bestiame, fra cui quello dei conigli. Infatti è necessario specificare che il nome ufficiale, tutt’ora riportato sulle carte nautiche, è quello di Isola Grande, date le maggiori dimensioni dell’isola rispetto alle altre che compongono il piccolo ‘arcipelago’.
Ma come detto, durante i periodi di conflitto militare, la popolazione del posto decise di allevare il bestiame in previsione di periodi di carestia, ciò fu probabilmente all’origine dell’attribuzione del simpatico nomignolo.

Si tratta comunque di un’isola vera e propria, lunga 2,5 Km, larga circa 400 metri e che si eleva mediamente per 2 metri oltre il livello del mare. Numerose testimonianze spiegano come in passato questo territorio a ridosso del porto, da cui dista circa un chilometro, venisse utilizzato come scalo intermedio per lo scambio di merci artigianali, come anfore, vasi ed ancore. A conferma di ciò ci sono numerosi ritrovamenti di materiali, cocci, frammenti, marmi, che fanno pensare esattamente che qui avvenisse parte degli scambi commerciali che si concludevano poi presso il porto o a riva.

Attualmente la funzione dell’isola è naturalmente mutata in una delle principali attrattive turistiche salentine per via del fantastico mare. Difatti, raggiungere L’Isola dei Conigli è decisamente semplice: lungo la riva sono messe a disposizione numerose imbarcazioni di pescatori o privati che traghettano gli interessati per pochi euro. I più sportivi possono anche percorrere a nuoto il tragitto, approfittando del fatto che per gran parte della lunghezza del percorso è possibile fermarsi, appiedare e rifiatare.

Una volta giunti, poi, lo spettacolo è assicurato. Si ha di fronte una ricca vegetazione, caratterizzata in primis dalla tipica macchia mediterranea, da una pineta di pini d’aleppo e cipressi. Ciò è dovuto al fatto che negli anni ’50 fu eseguita dal Corpo Forestale un’opera di rimboschimento per salvaguardare la qualità del territorio e garantire la biodiversità tipica delle zone mediterranee.

L’Isola dei Conigli rientra, infatti, nell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo, di cui rappresenta uno dei gioielli più preziosi, anche grazie alla splendida spiaggetta presente. E se stare distesi al sole non basta, il mare è lì, a pochi metri. L’acqua è limpida, il contesto naturale è tra i migliori e anche i fondali sono lì pronti per essere esplorati e ammirati. Un motivo in più per farsi ammaliare dal fascino dell’isola!

 

Spiaggia Isola Grande

Spiaggia Isola grande

Isola Grande, Porto Cesareo – foto di Giorgio Minguzzi by CC BY SA 2.0

Fra le mille spiagge del Salento e di Porto Cesareo, ce n’è una molto particolare, o meglio unica. Si tratta infatti di una spiaggia che si trova su di un’isola. Ciò sembrerà strano agli occhi di turisti e visitatori che hanno avuto la fortuna di trascorrere nel tacco d’Italia le proprie vacanze estive e invece è proprio così con l’affascinante spiaggia dell’isola grande di Porto Cesareo.

Conosciuta meglio come Isola dei Conigli, questo piccolo atollo sorge ad un centinaio di metri dal porticciolo naturale della costa cesarina ed è facilmente raggiungibile a nuoto o tramite una delle imbarcazioni private che traghettano i turisti per pochi euro. È un’oasi dalle sembianze esotiche, un piccolo angolo di paradiso, così vicino dal centro abitato ma così indipendente da sembrare quasi ‘fuori luogo’.

L’Isola Grande, il cui territorio veniva utilizzato in tempo di guerra per allevare bestiame utile per eventuali periodi di carestia (episodio che le attribuì, poi, il simpatico nome di Isola dei Conigli) fa parte dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo, istituita nel 1997 dal Ministero dell’Ambiente per preservare e valorizzare la qualità della località marina che si estende da Torre Inserraglio a Punta Prosciutto.

Ciò fa ben comprendere come la bellezza e l’importanza del contesto ambientale in cui l’isola sorge rappresenti una grande ricchezza per Porto Cesareo ed il Salento in generale.

Ad impreziosire ancor di più questo spettacolo naturale è la spiaggia che caratterizza il versante opposto a quello del porticciolo naturale dal quale si giunge normalmente. Si tratta di una lingua dorata di sabbia, chiara e pulita immersa in una natura selvaggia ed incontaminata.

Godere di questa meraviglia circondata dal mare caraibico, durante il periodo estivo è di per sé una gran fortuna ma il massimo è raggiungere la spiaggia durante i mesi estivi in cui è minore il numero di presenze, cioè giugno e settembre: clima perfetto, pochissima gente attorno, massimo relax garantito. Nel pieno della stagione infatti il territorio isolano è preso d’assalto dai bagnanti e diversamente non potrebbe essere proprio a causa dell’assoluta bellezza del posto. E cos’altro si potrebbe chiedere ad un luogo di mare? Una spiaggia dorata su di un’isola, i profumi della macchia mediterranea che allietano la siesta mentre si è distesi al sole, concedersi uno o ripetuti tuffi nell’acqua cristallina e limpida, meravigliarsi dei fantastici fondali, sembra, forse, poco?

Tutto questo senza andare dall’altra parte del mondo, ma semplicemente sulla spiaggia dell’Isola dei Conigli, l’Isola Grande di Porto Cesareo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*