torre di Sant'Isidoro

Torre Sant’Isidoro – foto di Lupiae by CC BY-SA 3.0

Appena 3 Km a sud di Porto Cesareo si trova la località di Sant’Isidoro, marina facente parte all’Area Marina Protetta di Porto Cesareo istituita nel 1997  e che abbraccia il territorio compreso fra Torre Inserraglio e Punta Prosciutto.

Si tratta dell’ennesima meraviglia presente lungo la costa salentina e più precisamente sul versante occidentale bagnato dallo Ionio che si differenzia dal versante adriatico per la continua alternanza fra zone di bassa scogliera e distese di dune sabbiose.

Il luogo prende il nome, come molte altre zone limitrofe, dalla presenza dell’antica torre di avvistamento situata sulla riva, Torre Sant’Isidoro. Come più volte spiegato, queste costruzioni, molte delle quali erette nel Cinquecento da Carlo V d’Asburgo, avevano la funzione di controllare e scrutare il tratto di mare interessato al fine di difendere il territorio da eventuali invasioni da parte di turchi e saraceni, popolazioni da sempre interessate ad occupare e controllare il Salento a causa della vantaggiosa e strategica posizione all’interno del bacino Mediterraneo.

La torre presenta la tipica forma a pianta quadrangolare e si eleva su tre livelli, tutti costruiti con blocchi di carparo: il piano terra, privo da accessi esterni, presenta una struttura tronco-piramidale a base quadrata. Gli ultimi due piani, invece, hanno una struttura a parallelepipedo. L’accesso è consentito da una scalinata che termina il primo piano, che è anche il locale più ampio della struttura. Sulla parte superiore della torre si trova la consueta guardiola che aveva la funzione di offrire una comunicazione visiva con una torre a sud e una a nord, in questo caso rispettivamente con Torre Inserraglio e Torre Squillace.

Il tratto costiero di Sant’Isidoro, appartenente al Comune di Nardò, si presenta come una dolce baia che si estende per un chilometro, ideale per gli amanti del mare che preferiscono la tranquillità ed il relax rispetto alle spiagge super affollate. La spiaggia dell’insenatura è frequentata quindi prevalentemente da famiglie con bambini grazie soprattutto all’accesso facilitato in mare, alla tranquillità del posto e all’acqua solitamente calma e pulita. Nella splendida baia sorge anche lo storico stabilimento balneare ‘Lido Oasi’, che offre  tutti i confort necessari per chi voglia godere del mare in pieno relax e con tutte le comodità del caso.

Inoltre dalla spiaggia, caratterizzata da sabbia fine e chiarissima, si può ammirare e facilmente raggiungere l’isolotto di Sant’Isidoro, verso cui dirigersi tramite pedalò o anche a nuoto, considerato il fondale basso che in molti punti consente una sosta.

A contribuire alla scelta di Sant’Isidoro come meta per le proprie vacanze estive, incide non poco la posizione ideale nella quale si trova la località; nel raggio di pochi chilometri infatti sono facilmente raggiungibili molti dei luoghi più rinomati dell’estate salentina: procedendo verso sud troviamo subito Torre Inserraglio, un’altra bella marina caratterizzata da un tratto di costa affascinante e selvaggio. Poco dopo ci si può immergere nel fantastico mondo del Parco Naturale di Porto Selvaggio, riserva naturale dalla bellezza indescrivibile. Dopodiché si estendono altri 15 km di costa meravigliosa e di lunghe spiagge che portano fino a Gallipoli, punto di riferimento per migliaia di turisti e per la movida salentina. Muovendosi verso nord non si viene risparmiati da panorami e luoghi altrettanto fantastici: Porto Cesareo e tutti i luoghi di mare che da qui sono facilmente accessibili.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*